Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Sempre più persone bisognose fanno ricorso ai negozi della Caritas che offrono alimentari e articoli per l'igiene a prezzo contenuto. Il fatturato dei 23 punti vendita lo scorso anno ha raggiunto i 10,6 milioni di franchi, il 6% in più rispetto al 2012, annuncia un comunicato odierno.

I "mercati Caritas" sono diffusi in Svizzera tedesca e in Romandia. Un negozio è presente anche nei Grigioni, a Coira, mentre non ve ne sono in Ticino. Entro il 2020 l'organizzazione intende avere in tutto una trentina di punti vendita per venire in aiuto alla persone colpite dalla povertà.

Per poter effettuare gli acquisti nei negozi Caritas occorre essere muniti di una tessera personale, rilasciata dagli uffici d'assistenza sociale o da organizzazioni caritatevoli, che attesti la situazione di precarietà.

Grazie alla collaborazione di produttori e grandi distributori come Coop, Migros, Denner, Manor e Spar, i mercati Caritas possono offrire prodotti a prezzi molto contenuti. A titolo informativo, il litro di latte intero viene venduto a 90 centesimi, il chilo di riso a 95 centesimi e quello di pasta a 85 centesimi.

SDA-ATS