Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Durante il carnevale - specialmente fra gli adolescenti - si tende a banalizzare il consumo di alcol, con il risultato di incappare in intossicazioni, causare incidenti, abbandonarsi alla violenza o a rapporti sessuali non protetti.

Per evitare gli eccessi bastano alcune semplici regole, avverte Dipendenze Svizzera.

Per molti il carnevale è un'occasione per spezzare la routine quotidiana. In questo periodo dell'anno le maschere, le guggen, i fischietti, i cibi ricchi e le abbondanti libagioni la fanno da padroni. In quest'atmosfera, però, si corre anche il rischio di bere troppo.

Gli organizzatori delle feste - raccomanda Dipendenze Svizzera - devono assumersi le loro responsabilità: birra e vino non possono essere venduti ai minori di sedici anni, mentre per consumare superalcolici, cocktail e alcopop bisogna averne compiuti diciotto.

In quasi tutti i cantoni, inoltre, chi serve alcol a una persona ubriaca è punibile per legge. Spetta agli organizzatori proporre bevande analcoliche accattivanti ed evitare di fare pubblicità agli alcolici.

Durante i veglioni bisogna decidere da soli il proprio ritmo di consumo e riempire solo i bicchieri già vuoti, per controllare quanto si è bevuto. Per spegnere la sete, è consigliabile ripiegare sulle bevande analcoliche. E da ultimo, Dipendenze Svizzera ricorda di non mettersi al volante dopo aver bevuto, ma di assicurarsi un rientro a casa sicuro prendendo un taxi, un bus o facendosi accompagnare da un amico che non abbia alzato il gomito.

Dipendenze Svizzera è un centro nazionale che si occupa di ricerca, prevenzione e politica sanitaria. L'obiettivo della fondazione è prevenire o attenuare i problemi che risultano dal consumo di alcol e di altre sostanze psicoattive, nonché dal gioco d'azzardo o da un uso smodato di Internet.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS