Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il regolamento relativo all'area centrale del futuro parco nazionale Parc Adula - sull'altopiano della Greina, a cavallo tra Ticino e Grigioni - è troppo rigido e comporterebbe limitazioni sproporzionate per chi pratica l'alpinismo o l'escursionismo.

La critica viene dal Club alpino svizzero (CAS) e dall'Associazione svizzera delle guide alpine (ASGA), che invitano a rendere queste zone maggiormente accessibili alla popolazione e agli sportivi.

Le due associazioni si dicono pronte ad appoggiare i nuovi progetti di parchi nazionali, se voluti dalla popolazione di queste regioni, a patto che essi non comportino eccessive limitazioni. Purtroppo - scrivono oggi in una nota congiunta - è proprio il caso del futuro Parc Adula: nella zona centrale del parco, estesa su 145 chilometri quadrati, è autorizzata la circolazione solo su un esiguo numero di itinerari, molti altri percorsi già esistenti verranno infatti stralciati.

CAS e ASGA chiedono che nei nuovi parchi nazionali si dia la possibilità di organizzare liberamente tour alpini nei terreni di montagna dove non vi sono sentieri, una pratica assai comune all'estero, ad esempio nei parchi nazionali in Austria, Francia e Italia. In ogni caso gli alpinisti tendono a comportarsi "anche senza burocrazia ambientale in maniera rispettosa", sottolineano le due associazioni.

Esse sperano che i cittadini dei 17 comuni che rientrano nell'area del parco nazionale esaminino attentamente le linee guida previste dal progetto: il regolamento relativo è attualmente in consultazione.

Immediata la reazione dell'Associazione Parc Adula, che in una nota odierna ricorda che la fase di consultazione pubblica del progetto Parc Adula si protrarrà fino al primo febbraio 2016. Mercoledì 11 novembre avrà luogo la prima delle sette serate informative dedicate alla popolazione dei 17 comuni.

"Nel rispetto di questa consultazione pubblica", e "dando assoluta precedenza al dialogo con la popolazione locale", l'Associazione Parc Adula renderà nota in queste sedi una sua risposta "molto critica" alla "manifesta ingerenza" del Comitato centrale del CAS.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS