Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Casa Bianca ha definito "produttivo" l'incontro tra il presidente dell'Autorità nazionale palestinese (Anp) Mahmoud Abbas e il consigliere del presidente americano Jared Kushner.

KEYSTONE/AP/SUSAN WALSH

(sda-ats)

Un incontro "produttivo". Così la Casa Bianca, in una nota, ha definito l'incontro avvenuto ieri sera a Ramallah, in Cisgiordania, tra il presidente dell'Autorità nazionale palestinese (Anp) Mahmoud Abbas e il consigliere del presidente americano Jared Kushner.

Le parti, è precisato nel comunicato, "hanno ribadito il loro impegno a promuovere l'obiettivo del presidente Trump di (raggiungere, ndr) una pace genuina e duratura tra gli israeliani e i palestinesi che rafforzi la stabilità nella regione".

Abbas e Kushner, che a Ramallah è stato accompagnato dal rappresentante speciale della Casa Bianca per i negoziati di pace, Jason Greenblatt, hanno parlato anche delle "priorità per i palestinesi e dei potenziali passi successivi, riconoscendo la necessità di opportunità economiche per i palestinesi e di investimenti importanti nell'economia palestinese".

Secondo il portavoce della presidenza palestinese, Nabil Abu Rudainah, citato dall'agenzia di stampa Wafa, nel corso dell'incontro sono state affrontate "tutte le questioni", incluse quelle che riguardano "i rifugiati e i prigionieri".

Durante il colloquio, ha aggiunto il portavoce, Abbas ha ribadito il suo impegno per la soluzione dei due Stati sottolineando la necessità di creare uno Stato palestinese indipendente con Gerusalemme Est come capitale e sulla base dei confini del 1967.

SDA-ATS