Navigation

Casinò Lugano: 17 licenziamenti

Questo contenuto è stato pubblicato il 15 febbraio 2012 - 15:56
(Keystone-ATS)

Sono 17 le persone che perderanno il posto di lavoro al Casinò di Lugano. Lo ha comunicato oggi la casa da gioco, concretizzando in tal modo gli annunci degli scorsi giorni.

"Con questa riduzione Casinò Lugano risponde anche alla richiesta della Commissione federale delle case da gioco, che ha dimostrato poca comprensione per il fatto che Casinò Lugano, in quanto azienda para-pubblica, ha una struttura di costi più alta rispetto alle case da gioco private, indipendentemente della domanda sul mercato, suggerendo esplicitamente una riduzione del personale", si legge un comunicato. "A questo punto va ribadito che Casinò Lugano, prima di arrivare a questa scelta, ha formalmente chiesto un sussidio nella forma di indennità di lavoro. Questa richiesta è stata però negata dalla SECO di Berna."

"Per attenuare l'impatto sociale dei licenziamenti si prevede, nel limite del possibile, il ricollocamento di collaboratori del settore tavoli da gioco, ovvero Croupier e Ispettori, in altre funzioni all'interno dell'azienda". Questo significa che "i licenziamenti toccheranno collaboratori anche di altri settori di supporto, che dovrebbero incontrare meno difficoltà, rispetto ai Croupier, nel trovare un posto di lavoro."

"Da notare che il tasso di frontalieri incluso in queste 17 partenze è notevolmente superiore a quello aziendale, che è del 23%", conclude la nota.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?