Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

LUGANO - Sette persone, accusate di truffa ai danni del casinò di Lugano, sono state arrestate negli ultimi mesi: il capo banda è un italiano residente a Lugano ed impiegato nella casa da gioco; ha agito dall'interno reclutando complici fra il personale e i giocatori abituali.
Secondo quanto riporta la polizia e il pubblico ministero ticinese, l'uomo sarebbe legato ad un'organizzazione criminale del Nord Italia.
Il pubblico ministero, che si è espresso per la prima volta su questa vicenda che era già stata resa nota dalla stampa locale, ha riportato che le modalità di azione della truffa (partite a carte truccate) sono state analizzate sulla base di una documentazione fornita dal casinò.
Il direttore della casa da gioco, Hubertus Thonhauser, lo scorso 2 febbraio aveva annunciato la sospensione di alcuni impiegati sospetti e l'avvio di una inchiesta interna.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS