Navigation

Caso Blake, 17enne arrestato era a comizio Trump

Il 17enne ha ucciso due persone negli scontri scoppiati sull'onda del caso Blake. KEYSTONE/EPA/TANNEN MAURY sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 27 agosto 2020 - 08:30
(Keystone-ATS)

Kyle Rittenhouse, il 17enne arrestato per l'uccisione di due persone del movimento Black Lives Matter e il ferimento di una terza a Kenosha negli scontri legati al caso Blake, aveva partecipato ad un comizio di Donald Trump a Des Moines, Iowa, lo scorso 30 gennaio.

Lo riporta BuzzFeed News, citando un post su TikTok del diretto interessato. Il teenager sembra essere stato interessato a lungo dalle forze dell'ordine e considerava se stesso un membro della milizia votata a proteggere la proprietà.

Lo scrive il Guardian esaminando una serie di post sui social. Un account Facebook col suo nome, non più accessibile, contiene foto del giovane che posa con un apparente fucile d'assalto. Il testo intorno all'immagine contiene lo slogan pro polizia "Blue Lives Matter".

Altre foto mostrano le stesse parole e loghi di agenzie delle forze dell'ordine. In una pagina appartenente ad una donna di mezza età che identifica Kyle come suo figlio, i due posano insieme e il ragazzo indossa una divisa in stile polizia. Anche altre foto postate su TikTok mostrano un giovane che sembra essere Rittenhouse con armi da fuoco.

Blake, identificato agente responsabile

Nel frattempo le autorità del Wisconsin hanno annunciato in una conferenza stampa di aver identificato il poliziotto che ha sparato sette colpi alla schiena all'afroamericano Jacob Blake a Kenosha, ferendolo gravemente e suscitando la nuova ondata di proteste. Si tratta di Rusten Sheskey, un agente con sette anni di servizio al dipartimento di polizia.

È stato lui, secondo la ricostruzione dell'attorney general del Wisconsin, ad aver sparato mentre lo teneva per la camicia dopo che i suoi colleghi - a loro volta tutti identificati - avevano usato il taser senza successo e il giovane stava entrando nella sua auto. Auto nella quale poi la polizia ha trovato un coltello sotto il pianale nel lato guidatore, che Blake aveva ammesso di possedere.

Per ora il procuratore non ha annunciato alcuna accusa nei confronti degli agenti coinvolti. "L'indagine prosegue', ha detto. Intanto, sull'onda degli scontri, il governatore del Wisconsin Tony Evers ha autorizzato l'invio di 550 membri della guardia nazionale, raddoppiando il numero delle truppe. Nella città, di circa 100 mila abitanti, è già scattato il coprifuoco.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.