Navigation

Caso Caruana: domenica di protesta, migliaia ancora in piazza

Il Caso Caruana continua a scuotere Malta KEYSTONE/AP sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 08 dicembre 2019 - 19:57
(Keystone-ATS)

Migliaia di maltesi ancora una volta hanno risposto all'appello delle Ong e si sono radunati sotto le sede del Parlamento e del governo alla Valletta per chiedere le dimissioni immediate del premier Joseph Muscat.

La famiglia Caruana Galizia, con il vedovo Peter, i figli e le sorelle della giornalista uccisa, si sono schierati in prima fila. "Giustizia", "via gli assassini", "mafia" hanno urlato i manifestanti per oltre tre ore. Davanti all'Auberge de Castille, sede del governo maltese, dagli altoparlanti è stato sparata a tutto volume la canzone di Marco Masini "Vaffanculo". Moderata la presenza di polizia.

Sul fronte delle indagini, il Malta Independent rivela che un pool di agenzie specializzate nei reati finanziari in collaborazione con i servizi segreti (Mss), la Financial Intelligence Analysis Unit (FIAU) e l'Europol hanno aperto un approfondito supplemento di indagine sui rapporti dell'ex braccio destro del premier, Keith Schembri, col re dei casinò ed imprenditore Yorgen Fenech, indicato dall'intermediario Melvin Theuma come mandante dell'omicidio.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.