Navigation

Caso Griveaux, fermata compagna artista russo

Benjamin Griveaux, candidato a sindaco di Parigi, è finito nei guai per uno scandalo a luci rosse. KEYSTONE/EPA/ETIENNE LAURENT sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 16 febbraio 2020 - 13:41
(Keystone-ATS)

La compagnia di Piotr Pavlenski, l'artista russo che afferma di essere all'origine della diffusione del video a sfondo sessuale che ha messo in crisi la candidatura di Benjamin Griveaux a sindaco di Parigi, è stata posta in stato di fermo ieri sera.

Secondo la Procura della capitale francese, la donna è stata posta in stato di fermo per "violazione della privacy" e "diffusione senza il consenso di immagini a sfondo sessuale". Pavlenski era stato posto in stato di fermo ieri pomeriggio

La compagna di Pavlenski, Oksana Shalygina, 29 anni, originaria di Metz - nell'est della Francia - era la destinataria del video "hard" inviatole da Benjamin Griveaux. L'ormai ex candidato alla poltrona di sindaco, glielo avrebbe spedito - secondo quanto si apprende da fonti dell'inchiesta - nel 2018. La storia fra la Shalygina e Pavlenski è invece cominciata nel gennaio 2019.

I due, interrogati dalla polizia, sono stati fermati ieri sera all'uscita da un hotel di Parigi.

La donna, conservati i video e diversi messaggi di Griveaux, che all'epoca era portavoce del governo, li avrebbe poi consegnati all'artista russo Pavlenski ma c'è anche l'ipotesi che le possano essere stati piratati.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.