Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

SION - Il Tribunale cantonale vallesano ha respinto la domanda di revisione del processo di Bernard Rappaz. Lo ha indicato oggi il suo avvocato Aba Neeman, contattato dall'ATS.
Il legale ha confermato che il canapaio vallesano, incarcerato alla prigione "des Iles" a Sion, ha ripreso lo sciopero della fame. Condannato dal tribunale cantonale a cinque anni e otto mesi di reclusione, Rappaz aveva depositato una domanda di revisione del processo lo scorso primo febbraio. In seguito alla sua incarcerazione aveva iniziato uno sciopero della fame. Dopo 49 giorni di astensione dal cibo, era intervenuta la consigliera di Stato Esther Waeber-Kalbermatten ordinando una interruzione della pena. Il 21 maggio scorso dopo poco meno di 15 giorni di assegnazione a domicilio coatto, il canapaio è stato ricondotto in prigione.

SDA-ATS