Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Gli assicurati dei cantoni che hanno pagato premi eccessivi fra il 1996 e il 2013, come i ticinesi, potranno essere rimborsati a partire da giugno di quest'anno. L'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) ha calcolato gli importi per il 2015, che ammontano a 82,90 franchi per i ticinesi e a 70 centesimi per i Grigioni, indica l'UFSP in un comunicato odierno.

A beneficiare dei rimborsi saranno anche i vodesi (119,70 franchi), i ginevrini (79 franchi), i turgoviesi (65,90 franchi), gli zurighesi (50,80), gli abitanti di Appenzello Interno (28,45), i friburghesi (22,40) e gli zughesi (18,30). Le casse malattia detraggono questi importi dai premi di giugno o li versano separatamente agli assicurati dei Cantoni interessati.

Gli assicurati hanno diritto al rimborso e alla riduzione dei premi anche se questi non sono stati pagati per intero, precisa l'UFSP nella nota. I Cantoni però possono detrarre l'importo compensativo dalla riduzione dei premi accordata agli assicurati di condizione economica modesta, salvo per i beneficiari di prestazioni complementari.

La somma di 254,7 milioni di franchi è costituita da due parti: la prima, di 88,7 milioni, è un contributo della Confederazione per il 2015; la seconda, ossia i restanti 166 milioni, è finanziata dagli assicurati domiciliati nei Cantoni in cui in passato sono stati pagati premi troppo bassi.

Per il 2015 il supplemento sarà di 62,40 franchi in undici cantoni (BE, LU, UR, OW, NW, GL, SO, BL, SH, AR, JU). In Vallese sarà di 56,40 franchi e a San Gallo di 9 franchi. I neocastellani, gli svittesi, i cittadini di Basilea Città e gli argoviesi non saranno toccati da questa misura.

Il rimborso dei premi eccessivi si svolge su tre anni e apporterà complessivamente 800 milioni, ciò permetterà di compensare un po' meno della metà di quanto versato di troppo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS