Tutte le notizie in breve

Rendimenti a gonfie vele nel primo trimestre per le casse pensioni svizzere: l'indice calcolato da Credit Suisse ha raggiunto a fine marzo un valore record di 164,00 punti (base di 100 punti: inizio del 2000).

La progressione nei primi tre mesi dell'anno è stata di 4,37 punti, pari al 2,74%, ha indicato oggi la grande banca.

La performance è stata moderata in gennaio (+0,26%), assai dinamica in febbraio (+1,83%) e robusta in marzo (+0,63%).

Al buon andamento trimestrale hanno contribuito le azioni estere (+1,03%) e quelle svizzere (pure +1,03%), nonché gli immobili (+0,48%). Meno toniche si sono mostrate per contro le obbligazioni in franchi (+0,06%) e quelle estere (+0,05%).

Il livello dell'indice della rimunerazione minima LPP è aumentato di 0,47 punti (+0,31%), portandosi a quota 151,06. Nel trimestre in rassegna il rendimento dell'indice Credit Suisse delle casse pensioni svizzere ha superato così del 2,43% l'obiettivo LPP.

Il calcolo dell'indice Credit Suisse delle casse pensioni si basa sui rendimenti ottenuti dagli istituti di previdenza (al lordo della deduzione delle spese di gestione) che hanno i loro valori patrimoniali depositati presso la banca.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve