Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Se mi volete, io ci sono.

KEYSTONE/PETER SCHNEIDER

(sda-ats)

"Sono pronto ad accettare la sfida": lo ha detto Ignazio Cassis, candidato unico del Partito liberale radicale ticinese (PLRT) alla successione di Didier Burkhalter in Consiglio federale.

In una conferenza stampa a Camorino con il presidente PLRT Bixio Caprara, Cassis si è detto cosciente che si tratta di "un percorso ad ostacoli". Del resto, ha aggiunto, "i veleni sono già partiti".

A suo avviso per la Svizzera italiana avere un esponente in governo è importante, vista la situazione particolare che vive la regione, facendo anche riferimento alla criticità del mercato del lavoro. Avere un italofono in Consiglio federale faciliterà anche i negoziati con l'Italia che oggi si svolgono in inglese.

Cassis siede in Consiglio nazionale dal 2007 e dal 2015 presidente del gruppo parlamentare del PLR. Il successore di Burkhalter sarà eletto dall'Assemblea federale il 20 settembre.

SDA-ATS