Navigation

Cassis inaugura nuova ambasciata a Minsk

Un momento di festa per la diplomazia elvetica. KEYSTONE/EPA/TATYANA ZENKOVICH sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 13 febbraio 2020 - 15:34
(Keystone-ATS)

La capitale bielorussa Minsk ha ora un'ambasciata svizzera: la sede diplomatica è stata inaugurata oggi dal consigliere federale Ignazio Cassis insieme a un gruppo di parlamentari di cui faceva parte anche l'ex consigliere agli stati Filippo Lombardi (PPD/TI).

Finora la diplomazia svizzera era presente nel paese solo con un semplice ufficio, ricorda il Dipartimento degli affari esteri (DFAE) in un comunicato odierno. La trasformazione in ambasciata - la 103esima della rete elvetica nel mondo - riflette l'approfondimento delle relazioni fra i due stati.

Cassis - primo consigliere federale in visita ufficiale nel paese - ha anche incontrato il presidente bielorusso Aleksandr Lukashenko e il ministro degli esteri Uladzimir Makej. Nei colloqui si è parlato relazioni commerciali, ma anche di diritti umani. A quest'ultimo proposito il capo del DFAE ha detto che la Svizzera è soddisfatta della stretta collaborazione con la Bielorussia.

La Bielorussia è classificata fra i regimi autoritari dal Democracy Index (indice di democrazia) stilato dal settimanale inglese The Economist: è 150esimo su 167 paesi. È quindi ritenuto il 18esimo paese meno democratico al mondo, in una classifica capeggiata dalla Corea del Nord. La Bielorussia è il peggiore paese in Europa.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.