Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Gli indipendentisti catalani starebbero pensando di avviare un processo bolivariano per scrivere la costituzione.

KEYSTONE/EPA EFE/MARTA PEREZ

(sda-ats)

Il quotidiano spagnolo El Pais pubblica oggi una nuova 'bozza' della legge che il parlamento catalano sta preparando per organizzare la separazione dalla Spagna e afferma che gli indipendentisti pensano di avviare un processo bolivariano per scrivere la costituzione.

Secondo il quotidiano la bozza prevede che se vincerà il 'sì' al referendum di autodeterminazione verrà avviato un processo partecipativo cittadino che dovrà portare a una costituzione catalana. Un metodo simile, scrive il giornale, è stato adottato dal contestato presidente 'bolivariano' del Venezuela Nicolas Maduro per cercare di annullare i poteri del parlamento, ora controllato dall'opposizione.

Il presidente catalano Carles Puigdemont, che ha annunciato per il primo ottobre il referendum sull'indipendenza che Madrid ha dichiarato 'illegale' promettendo di impedirlo, ha ironizzato sulle anticipazioni della stampa spagnola. "Vai a letto nazista e ti svegli bolivariano. Chissà che all'ora di pranzo diventiamo nord-coreani" ha scritto su Twitter.

Esponenti del governo spagnolo e parte della stampa di Madrid di recente hanno accusato gli indipendentisti, che hanno la maggioranza assoluta nel parlamento di Barcellona, di usare metodi autoritari per fare approvare la futura legge di 'disconnessione'.

A tre mesi dal referendum emergono poi le prime fessure nel governo indipendentista. Il ministro regionale all'Impresa e all'Occupazione Jordi Baigel, del PDeCAT di Puigdemont, ha detto in una intervista che "probabilmente" un referendum vincolante non si potrà fare. Lo Stato spagnolo "ha tanta forza - ha affermato - che probabilmente non potremo fare il referendum".

SDA-ATS