Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Nel 2014 le catastrofi naturali e quelle provocate dall'uomo hanno causato danni per 110 miliardi di dollari a livello mondiale.

Lo ha indicato oggi Swiss Re, che nel suo tradizionale studio Sigma sottolinea come il dato sia nettamente inferiore sia a quello dell'anno scorso (138 miliardi), sia alle media degli ultimi dieci anni, che si attesta a 200 miliardi.

Questo nonostante un numero record di disastri naturali, saliti a 189, con costi per 101 miliardi, in particolare a causa dei cicloni nella regione Asia/Pacifico, informa la compagnia di riassicurazione zurighese in un comunicato odierno.

In totale tutte le 336 catastrofi hanno provocato 12'700 morti, contro i 27'000 del 2013. Nella sua prima stima di metà dicembre Swiss Re aveva avanzato un bilancio di 11'000 vittime.

I danni coperti dalle assicurazioni sono scesi a 35 miliardi, a fronte dei 44 miliardi dei dodici mesi precedenti e dei 64 miliardi della media dell'ultimo decennio.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS