Navigation

Centinaia di persone in mutande nella metro a New York e Zurigo

Questo contenuto è stato pubblicato il 10 gennaio 2011 - 07:22
(Keystone-ATS)

NEW YORK - Centinaia di newyorkesi sono entrati nella metropolitana in mutande, in una performance collettiva organizzata ormai dal 2002 e che si tiene in 50 città di 24 Paesi del mondo. Anche a Zurigo una cinquantina di persone hanno viaggiato in tram indossando solo biancheria intima.
I partecipanti alla decima edizione dell'evento "No Pants Subway Ride" si sono riuniti ieri a Manhattan e, senza farsi condizionare dalla temperatura inferiore a zero gradi, si sono tolti pantaloni e gonne entrando nella metro. Hanno preso parte al flash mob anche un uomo di 76 anni e un bimbo di appena nove mesi.
"Non è una manifestazione illegale, ma non togliete gli slip" hanno avvertito gli organizzatori con il megafono, ricordando di riporre gli indumenti in un sacchetto per evitare - come accaduto negli anni scorsi - di tornare a casa seminudi. La maggior parte dei passeggeri della metro non ha mostrato alcun fastidio, molti i visi sorridenti.
L'evento, organizzato dal gruppo 'Improv Everywherè, si è svolto anche in altre città degli Stati Uniti, tra cui Washington, Los Angeles e Chicago. Nel 2002, al "No Pants Subway Ride" parteciparono soltanto sette persone, tutti uomini. L'anno successivo la comparsa delle prime donne. Quest'anno gli organizzatori hanno garantito di aver ricevuto diecimila adesioni su Facebook.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.