Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Orrore nella Repubblica Centrafricana. Almeno 10 corpi martoriati, con evidenti segni di torture, sono stati "ripescati" nel fiume Ouaka nella regione di Bambari (centro), dove i ribelli musulmani dell'ex Seleka hanno stabilito il loro nuovo stato maggiore. Lo ha reso noto una fonte anonima della gendarmeria, precisando che "i corpi gettati sul fiume hanno ferite di arma da fuoco e le mani e i piedi sono stati legati".

La stessa fonte ha aggiunto che un'inchiesta è stata aperta per "determinare le cause e le circostanze esatte che hanno portato alla mattanza".

Il portavoce dell'ex Seleka, Amadi Nedjad, ha smentito che il suo movimento abbia commesso tali atrocità. Due settimane fa nei violenti scontri avvenuti tra alcuni gruppi armati nel villaggio di Liwa - sempre nella regione di Bambari - sono morte almeno 22 persone.

SDA-ATS