Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I fori scoperti di recente nella struttura di contenimento in acciaio della centrale nucleare di Leibstadt (AG) sono stati saldati. Il gestore della centrale aspetta ora il via libera dell'Ispettorato federale della sicurezza nucleare (IFSN).

Il termine fissato dall'ente federale di sorveglianza per la riparazione scade alle 23.00 di domani: entro domani è atteso anche il giudizio dell'IFSN sui lavori effettuati, ha detto oggi all'ats la portavoce della centrale Karin Giacomuzzi.

I sei buchi, che sono stati trapanati per appendere degli estintori, sono stati scoperti alla fine di giugno, ma risalgono al 2008. Secondo le informazioni fornite dal direttore della centrale, i fori - praticati da personale esterno alla centrale - non erano stati scoperti prima perché i controlli della tenuta della struttura di contenimento vengono effettuati soltanto ogni 10 anni.

Sia secondo l'IFSN che secondo i responsabili della centrale, non c'è mai stato il rischio di fughe radioattive. Le riparazioni sono state eseguite col reattore in funzione.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS