Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I costi delle cure ospedaliere d'urgenza dovute a intossicazioni da alcolici continueranno a essere rimborsati dall'assicurazione di base. È l'opinione del Consiglio federale, che ha respinto oggi un progetto di modifica presentato dal Parlamento.

Per l'assicurazione obbligatoria delle cure medico-sanitarie la colpa non è un criterio per decidere se assumere o meno i costi di questi trattamenti. Introdurre un'eccezione per il consumo eccessivo di alcol equivarrebbe a cambiare il sistema, il che sarebbe inconciliabile con il principio costituzionale dell'uguaglianza giuridica, si legge in un comunicato governativo odierno.

Nel marzo 2010 il consigliere nazionale Toni Bortoluzzi (UDC/ZH) aveva presentato l'iniziativa parlamentare "Chi abusa di alcol o droghe deve pagare di tasca propria la permanenza in una cella 'anti-sbornia' o il ricovero in ospedale". Dopo il parere favorevole delle commissioni competenti, l'avamprogetto era stato respinto da un'ampia maggioranza in procedura di consultazione.

Ora anche il governo boccia il testo. L'esecutivo è contrario ad una modifica riferita a un solo tipo di comportamento. L'avamprogetto è inconciliabile con il principio dell'uguaglianza giuridica, poiché considera unicamente il consumo eccessivo di alcol e non altri comportamenti nocivi per la salute, come ad esempio la pratica di certe discipline sportive, il fumo o un'alimentazione esagerata. L'efficacia e le ripercussioni economiche della misura non sono poi accertate.

Esiste anche il rischio - continua la nota - che giovani e persone di condizioni economiche modeste, se obbligati ad assumere personalmente i costi, siano costretti a ritardare le cure o addirittura a rinunciarvi, il che potrebbe provocare conseguenze patologiche secondarie e, più tardi, costi più elevati.

Nel 2012, complessivamente 12'000 persone si sono sottoposte a cure mediche d'urgenza per un consumo eccessivo di alcol. Circa tre quarti dei pazienti soffrivano di dipendenza da questa sostanza. Risulta quindi difficile accertare se un consumo eccessivo di alcol sia riconducibile alla colpa della persona. Nessun Paese europeo prevede una simile misura.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS