Il caos attorno alla Brexit obbliga anche il Consiglio federale ad adeguare la propria strategia nei futuri rapporti con Londra.

Stando a un accordo con la Gran Bretagna adottato oggi dal governo, in caso di "divorzio" dall'Ue senza regole, è previsto un periodo di transizione per i Britannici volto ad agevolarne l'ammissione in Svizzera e l'esercizio di un'attività lucrativa.

Prima di firmare questa intesa, il governo sentirà le commissioni parlamentari competenti in merito all'applicazione provvisoria dell'accordo, applicazione che non avverrà prima dell'inizio del prossimo giugno.

La Brexit è stata posticipata al 31 ottobre. In caso di una separazione "dura", l'Accordo sulla libera circolazione delle persone non si applicherebbe più tra la Svizzera e la Gran Bretagna, precisa una nota del Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP).

Per mitigare questa situazione, Berna e Londra si sono messe d'accordo, per un periodo di transizione, in merito ad un'ammissione privilegiata dei cittadini del Regno Unito al mercato del lavoro elvetico.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.