Navigation

CF: casse malattia, niente nuova autorità di sorveglianza

Questo contenuto è stato pubblicato il 16 febbraio 2012 - 12:31
(Keystone-ATS)

La casse malattia non saranno controllate da una nuova autorità di sorveglianza del genere della FINMA. Il Consiglio federale ha rinunciato a quest'idea, prima di trasmettere alle Camere il progetto per potenziare la vigilanza sull'assicurazione sociale malattie e aumentare la trasparenza del sistema.

Molto criticata in procedura di consultazione, questa disposizione è stata soppressa dal nuovo ministro della sanità Alain Berset. Le casse malattia dovrebbero così restare sotto il controllo dell'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP). Quest'ultimo approverà o respingerà i premi e potrà anche correggerli successivamente se si rivelassero inopportunamente superiori rispetto ai costi effettivi.

La nuova legge sulla sorveglianza dell'assicurazione malattia prevede inoltre di punire, in modo più adeguato di quello attuale, i dirigenti delle casse in caso di violazione delle disposizioni. Le multe potranno raggiungere i 500'000 franchi, contro i 5000 attualmente. Sono anche previste pene privative della libertà fino a tre anni.

Saranno pure vietati i doppi mandati (presiedere simultaneamente il consiglio d'amministrazione e la direzione). Le indennità versate agli organi direttivi dovranno essere pubblicate ai fini della trasparenza. Le spese amministrative delle casse saranno sottoposte a un controllo rafforzato.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?