Navigation

CF: chiesto credito di 408 milioni per infrastruttura militare

Questo contenuto è stato pubblicato il 22 febbraio 2012 - 14:23
(Keystone-ATS)

Il Consiglio federale ha chiesto oggi un credito di 407,8 milioni di franchi per effettuare interventi nell'infrastruttura militare. Si tratta di una somma di 100 milioni superiore a quella dello scorso anno. Il relativo messaggio è stato trasmesso al parlamento.

Circa 160 milioni saranno destinati agli stabili per l'istruzione e 90 all'infrastruttura "d'impiego", sottolinea il Dipartimento federale della difesa (DDPS) in una nota. Il credito comprende anche 52 milioni per la prima tappa del risanamento della piazza d'armi di Bure (JU), 36 milioni per il rinnovamento di un impianto a fune di collegamento con una stazione radar e 18 milioni per la realizzazione di una linea di trasmissione a banda larga. 120 milioni saranno usati per ridurre i ritardi accumulatisi nei lavori di manutenzione di strutture esistenti.

Gli interventi, realizzati nelle quattro regioni linguistiche, permetteranno di occupare in media 1130 persone per due anni, assicura il DDPS. I progetti sono soggetti alla procedura di approvazione dei piani di costruzione, che tengono conto degli interessi del territorio e dell'ambiente dei cantoni e comuni interessati.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?