Navigation

CF: coronavirus, 400 milioni per aiuti a livello internazionale

400 milioni di franchi per gli interventi a livello internazionale KEYSTONE/ANTHONY ANEX sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 30 aprile 2020 - 09:05
(Keystone-ATS)

Il Consiglio federale vuole stanziare 400 milioni di franchi per mitigare le conseguenze della pandemia di coronavirus nei Paesi in via di sviluppo, o coinvolti in conflitti e catastrofi. In queste zone la situazione, già precaria, è destinata ad aggravarsi.

Come primo passo, si legge in un comunicato, l'esecutivo ha deciso di concedere al Comitato internazionale della Croce Rossa (CICR) un prestito senza interessi di 200 milioni di franchi rimborsabile entro sette anni. Altri 25 milioni di franchi saranno versati per un fondo che mira al contenimento degli effetti delle catastrofi (Catastrophe Containment and Relief Trust) creato dal Fondo monetario internazionale (FMI).

Il Parlamento si esprimerà sui due crediti durante la sessione estiva. In una seconda fase, presumibilmente in maggio, l'esecutivo chiederà lo stanziamento di ulteriori contributi per un importo massimo di 175 milioni di franchi destinati a diverse organizzazioni attive sul piano globale.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.