Navigation

CF: coronavirus; sostegno a commercio ambulante

Il commercio ambulante avrà una preoccupazione in meno da lunedì... KEYSTONE/WALTER BIERI sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 08 maggio 2020 - 14:00
(Keystone-ATS)

Da lunedì, i circhi e i baracconisti, in crisi a causa della pandemia di coronavirus, avranno un preoccupazione in meno.

Il Consiglio federale ha deciso di modificare temporaneamente l'ordinanza sul commercio ambulante (OCAmb), prolungando di sei mesi la validità dei loro attestati di sicurezza.

Inoltre, gli organismi d'ispezione esteri saranno automaticamente riconosciuti. Ciò significa che i servizi tedeschi (DAkkS), francesi (Cofrac), austriaci (AA) o italiani (Accredia) potranno controllare gli impianti di baracconisti e i tendoni da circo nonché rilasciare loro i relativi attestati in tempo utile.

A causa della pandemia di Covid-19, al momento in Svizzera, nel commercio ambulante, non è operativo alcun organismo d'ispezione accreditato, indica una nota organizzativa odierna. In questo caso, la modifica dell'ordinanza è valida per 12 mesi.

Il Consiglio federale spera così di allentare la tensione del commercio ambulante diventata critica a seguito delle misure introdotte dalle autorità svizzere ed estere.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.