Navigation

CF: dal 2013 vincite fino a 1000 fr. esenti da imposta preventiva

Questo contenuto è stato pubblicato il 31 ottobre 2012 - 11:47
(Keystone-ATS)

Dal primo gennaio 2013, le vincite alle lotterie inferiori a 1000 franchi non saranno più soggette all'imposta preventiva del 35% e, dal 2014, neppure all'imposta federale diretta (IFD). Lo da stabilito oggi il governo decidendo l'entrata in vigore delle pertinenti modifiche legislative.

La revisione della Legge sull'imposta federale diretta (LIFD) sarà applicata solo dal 2014 per permettere ai cantoni - competenti per l'incasso dell'IFD - di modificare le istruzioni, l'informatica e i moduli.

L'aumento della franchigia sulle vincite vale per solo l'imposta preventiva e per l'IFD. Per le loro imposizioni fiscali, i cantoni conservano la competenza di fissare liberamente la soglia di esenzione.

Per quel che concerne l'IFD, oltre all'aumento del limite di esenzione fiscale, viene anche introdotta la possibilità di dedurre da ogni vincita il 5% a titolo di costi per le poste giocate. Questa deduzione sarà tuttavia limitata a 5000 franchi, soprattutto per prevenire i rischi di dipendenza dal gioco.

L'aumento del limite dell'esenzione fiscale da 50 a 1000 franchi concerne il 92% delle persone che realizzano attualmente una vincita. Le perdite fiscali dovrebbero raggiungere i 6,8 milioni di franchi per l'imposta preventiva e 500'000 per l'IFD.

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?