Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Maggiore importanza al confronto internazionale nella fissazione dei prezzi dei farmaci e più trasparenza da parte delle autorità: è quanto prevedono alcune modifiche a due ordinanze adottate oggi dal Consiglio federale e che saranno in vigore dall'inizio di giugno.

Su incarico del Governo, il Dipartimento federale dell'interno (DFI) dovrà inoltre elaborare proposte volte a sfruttare il potenziale di risparmio nel settore dei generici.

In quest'ultimo settore vi sono ancora margini di miglioramento: il prezzo dei generici è ancora in media del 50% più alto che all'estero, ha affermato in una conferenza stampa il consigliere federale Alain Berset.

Il ministro della sanità pensa all'introduzione di un sistema di prezzi di riferimento per i medicamenti generici il cui brevetto è scaduto. Per un simile cambiamento sarà necessaria una modifica della legge sull'assicurazione malattie, ha precisato. In futuro, per un determinato principio attivo dovrà essere fissato un prezzo massimo rimborsabile dagli assicuratori. Un progetto in tal senso dovrebbe essere sottoposto al Consiglio federale entro fine anno.

Preparati originali, oltre 600 milioni di risparmi

Circa il prezzo dei preparati originali, il ministro della sanità ha sottolineato la bontà dei confronti a livello internazionale che hanno permesso nel periodo 2012-2014 di ottenere risparmi annuali a tutto vantaggio degli assicurati per oltre 600 milioni di franchi.

I farmaci rappresentano il 20% dei costi sanitari, ha aggiunto Berset, secondo cui il nuovo sistema rappresenta una via di mezzo tra le esigenze dei consumatori e gli interessi dell'industria farmaceutica e della ricerca elvetica. È importante mantenere buone condizioni quadro per questo ramo economico, ha sostenuto il consigliere federale PS, stabilizzando al contempo il prezzo dei medicinali.

L'inizio della prossima tornata di raffronti internazionali - ogni tre anni, un terzo dei farmaci analizzati per volta - è prevista per il 2016, ha precisato il ministro friburghese. Lo spostamento del prossimo esame, dovuto ai cambiamenti introdotti, ci permetterà di approfittare in pieno degli attuali tassi di cambio vantaggiosi, ha puntualizzato Alain Berset. Quest'ultimo ha tuttavia aggiunto di non poter avanzare cifre concrete sui risparmi supplementari.

riduzione di prezzo per ordine dello stesso UFSP.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS