Navigation

CF: ferrovia, da gennaio al via fase di ampliamento 2035

A breve partirà la nuova fase di ampliamento della ferrovia KEYSTONE/GAETAN BALLY sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 13 novembre 2019 - 13:02
(Keystone-ATS)

Via libera dal primo gennaio agli investimenti, per quasi 13 miliardi di franchi, destinati a migliorare l'offerta ferroviaria.

Il Consiglio federale ha stabilito oggi la data di entrata in vigore del decreto federale concernente la fase di ampliamento 2035 della rete. Il parlamento aveva approvato i progetti concreti nella sessione estiva.

Tra questi rientrano, ad esempio, un collegamento diretto fra Neuchâtel e La-Chaux-de-Fonds (NE), la galleria di Brütten (ZH), la seconda galleria di base dello Zimmerberg (ZH), l'ampliamento della galleria di base del Lötschberg (BE/VS), della tratta tra Yverdon (VD), Losanna e Ginevra e sul nodo di San Gallo, precisa il governo in una nota. È inoltre previsto l'ammodernamento di diverse stazioni e la costruzione di nuove fermate.

In una prima tappa l'Ufficio federale dei trasporti (UFT) si occuperà del piano di attuazione dell'intera fase; le imprese porteranno avanti la pianificazione. Nel quadro della procedura di approvazione dei piani, l'UFT rilascerà poi le autorizzazioni di costruzione, dopodiché le ferrovie realizzeranno gli ampliamenti, finanziati dal Fondo per l'infrastruttura ferroviaria (FIF).

Quest'ultimo garantisce anche la disponibilità di mezzi sufficienti per il mantenimento della qualità e la buona manutenzione di binari, gallerie, ponti, marciapiedi, linee di contatto e altri impianti e costruzioni, precisa l'esecutivo.

Gli investimenti consentiranno di rafforzare ulteriormente la rete ferroviaria, ampliando l'offerta nel traffico a lunga distanza e celere regionale e adattandola alla crescente domanda, conclude il governo. Sarà inoltre possibile realizzare ampliamenti nelle ferrovie private nonché collegamenti rapidi per il traffico merci.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.