Limitare l'uso di alcune sostanze nocive che impoveriscono lo strato di ozono. È quanto si propone l'emendamento di Kigali al Protocollo di Montreal, approvato oggi dal Consiglio federale.

Compiendo questo passo, il governo si impegna a disciplinare l'impiego di 18 idrofluorocarburi parzialmente alogenati (HFC), che hanno effetti migliaia di volte maggiori del CO2. In occasione delle revisioni ordinarie il loro uso nei nuovi impianti e apparecchi sarà limitato quando esistono delle alternative, per esempio in determinati impianti di climatizzazione o pompe di calore industriali, precisa una nota dell'Ufficio federale dell'ambiente (UFAM).

Berna ha sostenuto attivamente sin dall'inizio l'estensione del Protocollo di Montreal. Complessivamente i Paesi industrializzati saranno obbligati a ridurre gradualmente entro il 2036 il loro consumo di 18 HFC al 15% del livello attuale. I Paesi in via di sviluppo ed emergenti dovranno raggiungere questo obiettivo entro il 2047.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.