Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il Consiglio federale ha rispedito al mittente le critiche formulate dalla sottocommissione ad hoc della Commissione della politica di sicurezza del Consiglio nazionale (CPS-N) in merito al previsto acquisto di 22 aerei da combattimento Gripen prodotti dalla svedese Saab.

Per il governo la situazione si presenta in modo diverso rispetto a quanto descritto nel documento. Inoltre, scrive l'Esecutivo in una nota, gli aspetti critici sono stati nel frattempo eliminati in seguito ai negoziati finali condotti con la Svezia.

Il governo, precisa il comunicato, è comunque nel complesso soddisfatto del rapporto della sottocommissione dato che questa ritiene sostanzialmente corretto lo svolgimento del processo d'acquisto degli aviogetti. Il Consiglio federale ha però ammesso che alcuni punti evidenziano un potenziale di miglioramento.

In un rapporto pubblicato in agosto, la sottocommissione ha fatto un bilancio molto critico sull'acquisto dei nuovi aerei da combattimento, senza per questo rimetterlo in causa. Il documento afferma che "la scelta dell'apparecchio fatta dal Consiglio federale è quella che comporta i maggiori rischi (tecnici, commerciali, politici, finanziari o di scadenza nella consegna)".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS