Navigation

CF: lavoratori indipendenti, proroga IPG fino al 16 maggio

I parrucchieri potranno beneficiare delle Indennità per perdita di guadagno fino al 16 di maggio. KEYSTONE/GAETAN BALLY sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 22 aprile 2020 - 11:09
(Keystone-ATS)

I lavoratori indipendenti, come i parrucchieri, che ricominceranno a lavorare il 27 aprile o l'11 maggio potranno percepire le Indennità per perdita di guadagno (IPG) fino al 16 di maggio.

Lo ha deciso oggi il Consiglio federale nell'ambito del progressivo allentamento delle misure di confinamento adottate per combattere il coronavirus.

Gli indipendenti le cui strutture dovranno presumibilmente rimanere chiuse anche dopo il 16 maggio, ad esempio nel settore della gastronomia, continueranno ad avere diritto all'IPG per il coronavirus. Lo stesso varrà per i lavoratori indipendenti colpiti dal divieto di svolgere manifestazioni, indica una nota odierna del Consiglio federale.

La situazione rimane invariata anche per le persone che sono state messe in quarantena oppure per quei dipendenti che hanno dovuto interrompere, del tutto o in parte, la loro attività per prendersi cura dei figli venendo a mancare un supporto esterno (scuola, struttura di custodia collettiva diurna, nonni), fino a che non potranno trovare un'altra soluzione di custodia.

Per coloro che potranno riprendere l'attività, come i parrucchieri, già la settimana prossima o l'11 maggio, il governo ha deciso di prorogare il diritto all'IPG - che scadrebbe al momento della ripresa - per il fatto che queste categorie di lavoratori non potranno ricominciare a pieno regime a causa delle prescrizioni in materia di igiene e distanziamento sociale che li obbligheranno a servire meno clienti.

Dopo la cessazione della chiusura forzata delle loro strutture la loro situazione sarà pertanto analoga a quella dei lavoratori indipendenti che sono colpiti soltanto indirettamente dai provvedimenti per combattere il coronavirus, il cui diritto all'indennità durerà fino al 16 maggio 2020. Questo termine verrà pertanto applicato anche ai lavoratori indipendenti che potranno riprendere la loro attività il 27 aprile o l'11 maggio.

Le persone che hanno già diritto all'IPG per il coronavirus non dovranno fare nulla: la cassa di compensazione AVS competente prorogherà il loro diritto fino al nuovo termine.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.