BERNA - Per combattere la povertà in Svizzera bisogna soprattutto reintegrare nel mondo del lavoro le persone a rischio. Ne è convinto il Consiglio federale che oggi ha approvato il rapporto "Strategia nazionale di lotta alla povertà".
Il testo, elaborato a seguito di una mozione parlamentare, definisce tre obiettivi prioritari: l'integrazione nel mondo del lavoro, la promozione delle pari opportunità nella formazione e la lotta contro la povertà delle famiglie.
Per quanto riguarda la Confederazione, l'accento sarà posto sul reinserimento dei disoccupati di lunga data nel mondo del lavoro. Per sfruttare al meglio le risorse disponibili sarà necessario sviluppare la collaborazione fra l'assicurazione disoccupazione, l'assicurazione invalidità e l'assistenza sociale, precisa un comunicato del Dipartimento federale dell'interno.
Le misure riguardanti la formazione e l'aiuto alle famiglie in difficoltà sono in gran parte di competenza di cantoni e comuni. Il rapporto quindi si limita a formulare alcune raccomandazioni.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.