Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I consiglieri federali Johann Schneider-Ammann e Ueli Maurer, attesi oggi nella capitale statunitense.

KEYSTONE/PETER KLAUNZER

(sda-ats)

I consiglieri federali Ueli Maurer e Johann Schneider-Ammann fanno parte della delegazione svizzera che si reca oggi a Washington per una tre giorni di discussioni al Fondo monetario internazionale (FMI) e alla Banca mondiale.

Al centro dei dibattiti, le riforme strutturali del sistema finanziario internazionale e l'attuazione dell'Agenda 2030 per uno sviluppo sostenibile.

Completerà la delegazione, come deciso ieri dal Consiglio federale, Thomas Jordan, presidente della Direzione generale della Banca nazionale svizzera (BNS).

Nella sua previsione semestrale sulla crescita il FMI si conferma ottimista. Ciononostante, la ripresa economica mondiale è legata a notevoli rischi. Per questo motivo il FMI propone di intraprendere le necessarie riforme strutturali in modo da migliorare le condizioni per una futura crescita.

A margine del vertice avranno luogo altri incontri, in particolare quello tra i ministri delle finanze e governatori delle banche centrali del G20, al quale sono invitati anche Maurer e Jordan.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS