Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Le misure di lotta contro il lavoro nero devono essere ottimizzate. Il Consiglio federale ha incaricato oggi il Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca (DEFR) di presentare entro fine marzo 2015 un progetto di revisione della legge federale contro questo fenomeno.

Il particolare, il progetto dovrà migliorare lo scambio di dati e informazioni tra le diverse autorità coinvolte nella lotta al lavoro nero. Per poter eseguire accertamenti è fondamentale che i sospetti vengano segnalati all'organo di controllo. Verrà quindi ampliata la lista degli uffici e autorità che dovranno cooperare in quest'ambito.

Il Consiglio federale ha inoltre deciso di rivedere il decreto del 13 dicembre 2013 e di non sopprimere l'obbligo di iscrizione dei nuovi dipendenti alla cassa di compensazione.

La legge federale contro il lavoro nero (LLN), entrata in vigore nel 2008, è stata riesaminata nel 2012. La legge è risultata sostanzialmente efficace, anche se sono state rilevate lacune, in particolare un ampio margine d'interpretazione per questioni importanti che comporta ambiguità nella sua applicazione. Il governo aveva allora deciso di porre rimedio a tali mancanze.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS