Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La consultazione sul decreto federale per il nuovo ordinamento finanziario 2021 è stata rinviata.

KEYSTONE/JEAN-CHRISTOPHE BOTT

(sda-ats)

Il 26 novembre 2017 non vi sarà alcuna votazione federale. Lo ha deciso oggi il Consiglio federale. Il decreto federale concernente il nuovo ordinamento finanziario 2021, unico oggetto pronto per essere sottoposto alle urne, è stato rinviato a una data successiva.

Secondo il governo, per garantire l'entrata in vigore tempestiva di questo decreto federale non è forzatamente necessario organizzare una votazione nel novembre del 2017.

L'ultima volta che l'esecutivo aveva deciso di non utilizzare una data riservata a uno scrutinio federale era stato il 15 maggio 2011. Da allora, se si include la votazione del prossimo 24 settembre 2017, sono state utilizzate consecutivamente tutte le 21 date previste.

Come consuetudine, il governo aveva però rinunciato a organizzare una consultazione popolare il 29 novembre 2015, ovvero il mese seguente le elezioni federali.

La prossima data prevista per l'organizzazione di uno scrutinio federale è il 4 marzo 2018. Se del caso, il Consiglio federale stabilirà a tempo debito gli oggetti che saranno posti in votazione, conclude la nota governativa odierna.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS