Navigation

CF: ostaggi svizzeri, procedimento penale contro regime libico

Questo contenuto è stato pubblicato il 06 giugno 2011 - 11:07
(Keystone-ATS)

Il Consiglio federale oggi ha accolto la domanda del Ministero pubblico della Confederazione (MPC) di avviare un procedimento penale contro la Libia per presa d'ostaggi e ricatto nel caso dei due cittadini svizzeri Rachid Hamdani e Max Göldi.

Il MPC aveva presentato la domanda al governo a marzo 2011, dopo che il Dipartimento federale degli affari esteri (DFAE) aveva sporto denuncia penale contro ignoti. Conformemente alla Legge sull'organizzazione delle autorità penali, una tale domanda è necessaria in caso di reati politici.

Il Consiglio federale è giunto alla conclusione che non vi sono motivi politici che impediscano un perseguimento penale, e pertanto ha approvato la domanda di autorizzazione presentata dalla procura federale.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.