Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - Il Consiglio federale è disposto a fare concessioni nei confronti dei cantoni in materia di perequazione finanziaria. Varie loro richieste saranno prese in considerazione a partire dal 2012. Il governo ha preso oggi queste decisioni e dovrebbe presentare il progetto al parlamento in novembre.
I cantoni rivendicano 100 milioni di franchi all'anno, come pure una compensazione retroattiva di 400 milioni per gli oneri supplementari provocati dalla nuova perequazione finanziaria a partire dal 2008. Questo problema è ancora discusso con i cantoni. I risultati dei colloqui saranno integrati nel messaggio, ha indicato oggi il governo.
Il Consiglio federale è pure pronto a tener conto della domanda dei cantoni concernente la correzione degli errori di calcolo constatati a posteriori. Il limite a partire dal quale l'errore è ritenuto importante sarà fissato in modo uniforme sotto forma di una percentuale del potenziale di risorse medio per abitante e ridotto, in media, della metà.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS