Navigation

CF: previdenza professionale, immutato a 1% tasso interesse minimo

Il tasso minimo di rimunerazione degli averi del secondo pilastro resta immutato all'1% (foto simbolica). KEYSTONE/GAETAN BALLY sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 06 novembre 2019 - 12:09
(Keystone-ATS)

Il Consiglio federale ha deciso di non modificare il tasso d'interesse minimo della previdenza professionale obbligatoria, che l'anno prossimo rimane fissato all'1%.

L'esecutivo ha preso atto dell'andamento dei mercati obbligazionari, azionari e immobiliare e seguito il parere dei partner sociali. Il saggio in questione costituisce il tasso minimo che deve essere corrisposto sull'avere di vecchiaia nel regime obbligatorio secondo i termini della Legge federale sulla previdenza professionale per la vecchiaia, i superstiti e l'invalidità (LPP), ricorda una nota odierna dell'esecutivo. Prima di decidere, il Consiglio federale consulta la Commissione federale della previdenza professionale (Commissione LPP), che si è espressa per lo status quo, e le parti sociali.

Considerati il buon andamento dei mercati finanziari di quest'anno e il basso livello del tasso d'interesse minimo, una riduzione di quest'ultimo non è giustificata. Però l'attuale basso livello dei tassi d'interesse sui mercati finanziari non rende opportuno nemmeno un aumento.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.