Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Via libera al raddoppio del binario tra Contone e Tenero: il Consiglio federale ha sbloccato oggi i fondi per una serie di progetti - tra cui quello ticinese - contenuti nel programma di Sviluppo futuro dell'infrastruttura ferroviaria (SIF).

Formalmente, nella seduta odierna, tenutasi extra muros a Soletta, il governo ha approvato l'ottava convenzione di attuazione del programma SIF tra la Confederazione e le FFS. In questo modo vengono liberati 173,5 milioni di franchi destinati a nove progetti.

L'intervento maggiore è la costruzione del secondo binario sul piano di Magadino del costo complessivo di 83 milioni di franchi. L'intervento, precisa il governo, permetterà di aumentare la frequenza dei treni e contribuirà così a migliorare l'offerta tra Locarno e Lugano (anche grazie alla galleria di base del Monte Ceneri, ndr).

Altri 50 milioni saranno investiti alla stazione di Losanna, 16 milioni a quella di Lugano (per consentire l'accesso simultaneo dei treni ai binari 1 e 2), nonché 5 milioni per la posa di nuovi scambi a Biasca.

Il governo ha altresì firmato una convenzione con la BLS per la realizzazione di una stazione d'incrocio ad Eifeld (BE), tra Wimmis (BE) e Spiez (BE). L'investimento previsto ammonta a 9 milioni.

Il programma SIF, che dovrebbe concludersi entro il 2025, è la prosecuzione del progetto Ferrovia 2000. Per la sua realizzazione sono stati messi a disposizione 5,4 miliardi di franchi, la metà dei quali sono già stati liberati.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS