Tutte le notizie in breve

Via libera al raddoppio del binario tra Contone e Tenero: il Consiglio federale ha sbloccato oggi i fondi per una serie di progetti - tra cui quello ticinese - contenuti nel programma di Sviluppo futuro dell'infrastruttura ferroviaria (SIF).

Formalmente, nella seduta odierna, tenutasi extra muros a Soletta, il governo ha approvato l'ottava convenzione di attuazione del programma SIF tra la Confederazione e le FFS. In questo modo vengono liberati 173,5 milioni di franchi destinati a nove progetti.

L'intervento maggiore è la costruzione del secondo binario sul piano di Magadino del costo complessivo di 83 milioni di franchi. L'intervento, precisa il governo, permetterà di aumentare la frequenza dei treni e contribuirà così a migliorare l'offerta tra Locarno e Lugano (anche grazie alla galleria di base del Monte Ceneri, ndr).

Altri 50 milioni saranno investiti alla stazione di Losanna, 16 milioni a quella di Lugano (per consentire l'accesso simultaneo dei treni ai binari 1 e 2), nonché 5 milioni per la posa di nuovi scambi a Biasca.

Il governo ha altresì firmato una convenzione con la BLS per la realizzazione di una stazione d'incrocio ad Eifeld (BE), tra Wimmis (BE) e Spiez (BE). L'investimento previsto ammonta a 9 milioni.

Il programma SIF, che dovrebbe concludersi entro il 2025, è la prosecuzione del progetto Ferrovia 2000. Per la sua realizzazione sono stati messi a disposizione 5,4 miliardi di franchi, la metà dei quali sono già stati liberati.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve