Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il CEO delle FFS Andreas Meyer

KEYSTONE/THOMAS DELLEY

(sda-ats)

Le remunerazioni dei CEO di PostFinance delle Ferrovie federali svizzere (FFS) sono salite ancora l'anno scorso, anche se di poco. Lo indica una nota odierna del Dipartimento federale delle finanze (DFF).

Nel rapporto annuale si precisa che il CEO Andreas Meyer, direttore delle Ferrovie, ha guadagnato oltre un milione di franchi, l'unico tra tutti i manager delle ex regie federali a superare questa asticella psicologica.

Meyer ha intascato 1,052 milioni, qualcosa in più rispetto al 2015 (1,046 milioni), indica il documento. I bonus sono rimasti identici, fissandosi a 336'270 franchi, mentre la componente fissa è salita di 5'385 franchi.

Il salario del responsabile di PostFinance, Hansruedi Köng, è salito invece di ben 83'200 franchi, passando da 726'785 a 809'985 franchi. La componente fissa di 532'000 franchi è cresciuta di 54'000 franchi e i bonus di 29'481 franchi.

Urs Breitmeier, alla guida dell'azienda aerospaziale Ruag, si è dovuto invece accontentare di un salario inferiore nel 2016 rispetto all'anno prima. Invece di 1,01 milioni, ne ha incassati "solo" 912'468. La parte fissa è salita di 63'500 franchi a 523'500, ma le gratificazioni sono diminuite da mezzo milione a 354'060 franchi.

La responsabile della Posta, Susanne Ruoff, ha portato a casa 974'178 franchi l'anno scorso, invece dei 984'000 franchi dell'anno prima. Il salario di base è rimasto fermo a 610'000 franchi, mentre i bonus sono calati da 327'079 franchi a 316'838 franchi.

Anche la remunerazione del patron di SSR, Roger de Weck, non si è mossa da un anno all'altro. De Weck ha ricevuto l'anno scorso 536'314 franchi (557'434 nel 2015). La componente fissa (401'274 franchi) e i bonus sono rimasti al palo (103'000 franchi). Le prestazioni annesse - costi di rappresentanza, veicolo privato e prestazioni sociali - sono invece aumentate.

Per il direttore dell'Autorità di sorveglianza dei mercati finanziari (FINMA), Mark Branson, il salario è salito di poco passando da 551'970 franchi a 552'250 franchi. Il salario fisso è progredito da 491'640 franchi a 531'880. Azzerato invece il bonus (da 39'960 del 2015).

SDA-ATS