Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

In futuro, i puntatori laser che costituiscono un pericolo considerevole per la salute saranno vietati. È quanto prevede il progetto del Consiglio federale per meglio proteggere la popolazione dai pericoli derivanti dalle radiazioni non ionizzanti (RNI). Il governo, che ha preso atto oggi dei risultati della procedura di consultazione, ha incaricato il Dipartimento dell'interno (DFI) di elaborare un disegno di legge entro fine anno.

Gli apparecchi pericolosi saranno quindi vietati. Quelli che possono costituire una seria minaccia, ma che se utilizzati in modo corretto non mettono in pericolo la salute o soltanto minimamente, potranno continuare ad essere utilizzati. È il caso delle lampade flash per la depilazione o degli apparecchi ad ultrasuoni per i trattamenti estetici. I fornitori dovranno però essere meglio formati.

È anche previsto di rafforzare i controlli degli apparecchi, come ad esempio i solarium, azionati dai gestori e non pericolosi per la salute se impiegati conformemente alle indicazioni del fabbricante. In questo modo, spiega l'esecutivo, sarà aumentata la protezione dei giovani.

La legge non concerne gli impianti fissi, come quelli di trasmissione per la telefonia mobile o le linee ad alta tensione, ai quali continuano ad applicarsi le disposizioni della legge federale sulla protezione dell'ambiente e delle relative ordinanze.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS