Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il Consiglio federale ha adottato oggi il rapporto sulla promozione delle tecnologie ambientali per il periodo 2007-2011. Complessivamente in questo lustro la Confederazione ha stanziato poco più di 16 milioni di franchi in settori come l'inquinamento atmosferico, i rifiuti, i siti contaminati e la biodiversità.

Questi investimenti non hanno solo contribuito a tutelare l'ambiente, ma hanno anche generato benefici economici, indica una nota odierna del Consiglio federale.

Uno dei numerosi esempi è costituito dal recupero dello zinco dalle ceneri degli impianti di combustione dei rifiuti urbani. La procedura di recupero selettivo dei metalli è stata sviluppata, nel quadro di tre progetti consecutivi, fino all'ottenimento di un prodotto commerciabile. Lo zinco è disponibile in grande quantità nelle ceneri. Il suo recupero è quindi particolarmente redditizio.

Dal 2012 questa tecnologia consente di recuperare in Svizzera quasi una tonnellata del metallo al giorno e di prevenire l'inquinamento ambientale che verrebbe causato dall'estrazione tradizionale di una quantità equivalente del minerale. I rifiuti privati di zinco possono essere depositati in discarica come inerti, a costi inferiori.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS