Tutte le notizie in breve

Il Consiglio federale vuole istituire un registro nazionale degli indirizzi del domicilio di ogni abitante della Svizzera.

Attualmente, in mancanza di una tale banca dati centralizzata a disposizione di tutte le amministrazioni pubbliche, si verificano problemi amministrativi, spiega una nota pubblicata oggi dal governo. Il progetto, assicura l'esecutivo, fornirà massime garanzie in termini di protezione dei dati e sicurezza dell'informazione.

Se sul piano comunale e cantonale sono in massima parte già disponibili, i dati corrispondenti mancano invece sul piano intercantonale e nazionale. Questa lacuna provoca problemi e difficoltà per molti processi amministrativi: il Consiglio federale cita ad esempio la riscossione della tassa d'esenzione dal servizio militare e dei premi di cassa malattia e lo svolgimento delle procedure d'esecuzione nel caso in cui il debitore traslochi in un altro cantone.

Un registro nazionale degli indirizzi affidabile permetterebbe di evitare queste difficoltà e di semplificare considerevolmente i processi amministrativi, sostiene il Consiglio federale, che ha incaricato il Dipartimento federale di giustizia e polizia (DFGP) di elaborare un progetto preliminare da inviare in consultazione entro la fine di agosto del 2018.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve