Navigation

Cham Paper Group vende fabbriche della carta italiane

Questo contenuto è stato pubblicato il 15 luglio 2013 - 08:11
(Keystone-ATS)

Nell'ambito della sua ristrutturazione Cham Paper Group ha venduto le fabbriche italiane per la produzione della carta a Carmignano e Condiono al gruppo austriaco Delfort. La transazione ammonta a circa 86 milioni di euro, compresi debiti bancari per un ammontare di 45 milioni che sono stati assunti dall'acquirente. Lo indica oggi in una nota la società zughese.

Il rilevamento deve ancora essere approvato dalle autorità della concorrenza. La transazione sarà presa in considerazione nei risultati del quarto trimestre del 2013.

Le attività svizzere dell'azienda attiva nel settore della carta non saranno interessate dalla vendita degli stabilimenti italiani. Cham Paper Group sta compiendo un'importante ristrutturazione, che ha finora comportato la soppressione di 212 posti di lavoro nei suoi stabilimenti di Cham (ZG). Il ridimensionamento delle attività sarà concluso quest'anno.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo