Navigation

Chernobyl: incendi nel bosco vicino, Kiev coperta dal fumo

Gli incendi nei pressi di Kiev sono tornati a preoccupare KEYSTONE/EPA/STR sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 17 aprile 2020 - 14:34
(Keystone-ATS)

Il fumo provocato dagli incendi nella foresta vicino alla centrale di Chernobyl ha investito Kiev, dove il Comune ieri ha invitato gli abitanti a restare a casa con le finestre chiuse. Secondo le autorità ucraine, il livello delle radiazioni è nella norma.

Il Kyiv Post sottolinea che il sito web IQAir ieri notte alle 23.10 registrava un valore dell'indice della qualità dell'aria pari a 380, ovvero "pericoloso". Con questo valore, secondo l'agenzia France-Presse, Kiev era oggi in cima nel ranking globale di inquinamento dell'aria.

Un vasto incendio è scoppiato quasi due settimane fa vicino alla centrale di Chernobyl, che nel 1986 fu teatro del peggior disastro nucleare della storia. Martedì le autorità avevano annunciato che il rogo era stato circoscritto e non c'era più "un fuoco aperto".

Ieri però il capo dei Servizi di Emergenza ucraini, Mykola Chechotkin, ha fatto sapere che l'incendio si era riacceso in tre punti a causa del forte vento. Oggi circa mille vigili del fuoco sono impegnati nello spegnimento dell'incendio. Per domare il rogo, sono impiegati anche due aerei e tre elicotteri.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.