Navigation

Christian Lutz è il fotografo dell'anno

Acuto osservatore della società moderna. Cindy Van Acker sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 10 gennaio 2020 - 20:00
(Keystone-ATS)

Christian Lutz è il fotografo dell'anno 2020: il riconoscimento è stato assegnato stasera da Swiss Photo Academy, informa la stessa organizzazione del settore in un comunicato odierno.

Classe 1973, il ginevrino Lutz si è distinto per il suo lavoro volto a indagare il tema del potere, con uno sguardo gettato dietro le quinte e attento all'osservazione delle dinamiche della società, afferma la giuria presieduta da Res Strehle, presidente della scuola di giornalismo MAZ e a lungo caporedattore del Tages-Anzeiger.

Lo scorso anno Lutz ha pubblicato "The Pearl River", un libro di immagini sul mondo dei casinò a Macao. In un momento in cui tutto il mondo guardava alle proteste di Hong Kong il fotografo ha mostrato un bizzarro contrasto, ha spiegato Strehle. Il riconoscimento per il lavoro di una vita - Lifetime Award - è invece stato assegnato all'85enne Monique Jacot.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.