Navigation

Ciad: liberato impiegato francese del Cicr rapito 3 mesi fa

Questo contenuto è stato pubblicato il 06 febbraio 2010 - 17:51
(Keystone-ATS)

GINEVRA - Il Comitato internazionale della Croce Rossa ha annunciato oggi la liberazione di Laurent Maurice, un impiegato francese dell'organizzazione, sequestrato il 9 novembre dello scorso anno nell'Est del Ciad.
Maurice "ha ritrovato la libertà oggi; dopo 89 giorni di prigionia è stanco ma sembra in buona salute" afferma un comunicato del Cicr che ha sede a Ginevra.
L'organizzazione non ha precisato le circostanze della liberazione dell'ingegnere agronomo che era stato catturato da numerosi uomini armati nel villaggio di Kawa, nel Ciad orientale a pochi km dal confine con il Sudan.
Il rapimento era stato rivendicato da un gruppo poco conosciuto, le 'Aquila di liberazione dell'Africà, che avevano chiesto un milione di euro per liberarlo.
Fonti sudanesi hanno detto che Maurice sta raggiungendo Khartoum e che un altro operatore del Cicr con la doppia nazionalità franco-britannica rapito in Darfur, resta prigioniero dei suoi sequestratori.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.