Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

GINEVRA - Il Comitato internazionale della Croce Rossa ha annunciato oggi la liberazione di Laurent Maurice, un impiegato francese dell'organizzazione, sequestrato il 9 novembre dello scorso anno nell'Est del Ciad.
Maurice "ha ritrovato la libertà oggi; dopo 89 giorni di prigionia è stanco ma sembra in buona salute" afferma un comunicato del Cicr che ha sede a Ginevra.
L'organizzazione non ha precisato le circostanze della liberazione dell'ingegnere agronomo che era stato catturato da numerosi uomini armati nel villaggio di Kawa, nel Ciad orientale a pochi km dal confine con il Sudan.
Il rapimento era stato rivendicato da un gruppo poco conosciuto, le 'Aquila di liberazione dell'Africà, che avevano chiesto un milione di euro per liberarlo.
Fonti sudanesi hanno detto che Maurice sta raggiungendo Khartoum e che un altro operatore del Cicr con la doppia nazionalità franco-britannica rapito in Darfur, resta prigioniero dei suoi sequestratori.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS