Navigation

Ciclone Damien sull'Australia, dopo roghi rischio alluvioni

In Australia è ora il momento delle forti piogge. KEYSTONE/EPA/BIANCA DE MARCHI sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 08 febbraio 2020 - 11:21
(Keystone-ATS)

Dopo il fuoco, il vento e l'acqua. Il ciclone tropicale Damien sta flagellando una regione quasi disabitata nel nord-ovest dell'Australia, con piogge torrenziali e venti fino a 195 chilometri orari, che ha divelto tetti e abbattuto alberi.

L'ufficio di meteorologia segnala il pericolo di temporali violentissimi e di "venti distruttivi". Nella zona di Dampier e Karratha si segnalano anche black-out elettrici.

Ma anche l'Australia orientale, la più devastata da mesi di incendi insieme al sud, è minacciata dal maltempo, che se ha portato un po' di sollievo e ha aiutato a spegnere un importante fronte di fuoco, porta il rischio di alluvioni e pericolosi acquazzoni-record.

Alcuni allagamenti - scrive la Bbc - sono già segnalati nell'area costiera di Sydney, con disagi nei trasporti. Ma anche altre città del New South Wales, come Byron Bay e Coffs Harbour, sono a rischio alluvioni.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.