Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Le cifre sull'impiego nel primo trimestre inferiori al previsto hanno influito sui consumi in Svizzera. Sebbene l'indice calcolato da UBS per maggio indichi un aumento da 1,24 punti a 1,35 punti rispetto ad aprile, tale livello rimane inferiore ai precedenti.

In aprile, l'indicatore dei consumi si era attestato a 1,47 punti, valore poi rivisto al ribasso a 1,24. Una revisione che si spiega con le cifre sull'impiego - nuovo calo dal 2010 - più basse nei primi tre mesi rispetto alle previsioni.

In equivalenti a tempi pieno, l'impiego è calato dello 0,2% rispetto all'anno precedente nel primo trimestre 2016. La diminuzione importante nel settore secondario (-1,6%) è la terza consecutiva.

Tale fenomeno si ripercuote negativamente sui consumi. A ciò si aggiunge il calo dell'immigrazione e il pessimismo andante dei consumatori registrato dalla Segreteria di Stato dell'economia.

Tra i segnali positivi, i consumi privati sono cresciuti del 2,8% nel primo trimestre. Stando a UBS, tuttavia, tale dinamica dovrebbe rallentare nel corso dell'anno.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS