Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

COPIAPO - Una potente scavatrice ha iniziato la realizzazione di un pozzo profondo 700 metri per soccorrere i 33 minatori intrappolati nelle gallerie della miniera di San José, nel nord del Cile. Una fonte governativa ha riferito che l'operazione richiederà da tre a quattro mesi.
I lavori sono cominciati, secondo una fonte anonima, alle 22:25 ora locale, le 3:25 in Svizzera, alla miniera di oro e rame di San José, a 800 km a nord di Santiago, affidati alla scavatrice "Strata 950", di concezione australiana.
Il sito della perforazione è a circa un chilometro dall'entrata, lungo il fianco della miniera. Il cantiere procederà per tappe successive: la macchina scaverà in un primo momento un pozzo verticale di 15 metri di profondità, prima della perforazione vera e propria di un pozzo di 702 metri di profondità e 33 centimetri di diametro. Alla fine, il foro sarà allargato fino a 66 centimetri per mezzo di una speciale trivella.
È da questo passaggio che saranno estratti i minatori, uno ad uno, un'operazione che, da sola, durerà tre o quattro giorni.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS